Limiti particolari alla vendita di piante e fiori per il territorio piacentino


Confagricoltura Piacenza: ammessa la vendita di sementi per piante alimentari, tutto il resto solo a domicilio
 
Nell'applicazione delle misure di tutela del contagio da COVID 19 le norme si sono sovrascritte, ma il livello governativo ha previsto che misure restrittive possano essere adottate dai territori e così è stato con il decreto del Presidente della Regione n. 48 del 24 marzo 2020, che somma le limitazioni riferite al territorio nazionale e regionale a quelle specifiche di questa Provincia, e che all'articolo 7 elenca esclusivamente le attività ammesse, non si rileva una ammissibilità della vendita di piante e fiori da ornamento o da giardino.
La Prefettura, quale Autorità deputata in materia, ha comunicato il 25 marzo (nota 12958) che è ammessa la possibilità di vendita delle sole sementi per la loro funzione di base nella filiera agro-alimentare, in adesione ad una interpretazione del Ministero della Salute.
Ricordando che la disciplina del territorio della Provincia di Piacenza è in parte diversa rispetto alla disciplina regionale e nazionale, in tal senso si desume un nesso con la pronuncia ministeriale relativa alla possibilità di vendere sementi, in quanto funzionali al sistema agroalimentare.
Per quanto implicito è fatto salvo quanto previsto dall'art. 14 del citato Decreto n. 48, che prevede la preventiva comunicazione al Prefetto riferite alle attività di filiera.
La consegna a domicilio è in ogni caso ammessa in base a quanto chiarito dalla Regione anche all'interno del territorio della Provincia di Piacenza.
La precisazione - rileva la nota di Confagricoltura Piacenza – si rende necessaria per evitare che le aziende possano inconsapevolmente incorrere in sanzioni seguendo indicazioni errate perché valide sul territorio nazionale ma non provinciale.




  • 6/4/2020   -   304 letture  
  • Stampa questo articolo Stampa